benessere

Che cos’é il disturbo stagionale estivo

Milioni di persone soffrono di disturbo dell’umore (SAD) sia in estate che in inverno, e le prove indicano che la stagione di nascita gioca un ruolo in chi sviluppa il disturbo.

Alcune persone potrebbero sorprendersi nell’apprendere che anche l’estate può causare depressione stagionale.

Mentre il disturbo affettivo stagionale risulta Continue reading “Che cos’é il disturbo stagionale estivo”

Please follow and like us:
benessere

Che rapporto hai con il tuo corpo?

L’estate tanto attesa è finalmente arrivata … è ora di andare in piscina, in spiaggia e, ovviamente, devi indossare bikini, costume da bagno, ecc … In questo periodo abbiamo il corpo più esposto, ci rendiamo conto che ci sono molti aspetti del nostro corpo che vorremmo cambiare.

Si scopre che sembriamo avere troppo di questo, non abbastanza, sembriamo orribili, iniziamo a pensare che nessuno ci noterà, ci confrontiamo anche con altre persone che consideriamo “migliori” fisicamente e ovviamente Continue reading “Che rapporto hai con il tuo corpo?”

Please follow and like us:
benessere

Che cos’é la depressione postpartum?

neonato che tiene il dito alla madre mentre dorme

La maternità non dipende sempre dall’immagine idealizzata che potremmo avere di essa. In Francia, tra il 10 e il 15% delle donne che hanno appena partorito hanno segni depressivi comunemente chiamati “depressione postpartum”.

Ciò si traduce in una sensazione di tristezza, stanchezza e disinteresse per il bambino che insorge circa 6-8 settimane dopo il parto. Questa depressione postnatale dura in media tra 6 mesi e 1 anno.

Quando compaiono i primi segni, le madri sono tanto più depresse anche perché provano molti sensi di colpa per il loro malessere. In effetti, come puoi non sentirti in colpa per non essere in linea con i sentimenti espressi dal resto della famiglia, dall’entourage immediato, dal coniuge?

A causa di questo senso di colpa, queste donne non sono consapevoli o lo sono molto poco del loro disagio e sarà necessario attendere la prima visita postnatale in modo che alcune di loro osino confidarsi con il proprio medico.

Segni clinici di depressione postpartum

I segni clinici sono molto sintomatici: a parte il senso di colpa, le madri depresse sono spesso ansiose, sono anche silenziose, ritirate, il loro cervello lavora al rallentatore a volte in uno stato di preoccupante stupore.

Ma il segno più allarmante riguarda il modo in cui si prendono cura della loro prole. Il più delle volte non reagiscono correttamente alle richieste del loro bambino, il che accelera la disarmonia tra i due partner della diade. Assistiamo quindi a un effetto “palla di neve”. Di fronte alla non reattività della madre, il bambino moltiplica le richieste in forme ancora più esacerbate (pianto, pianto) fino al momento in cui il bambino smette di chiedere chiudendosi in un silenzio ancora più angosciante per la madre.

Questo circuito di feedback ha un effetto devastante su entrambi i partner. Dal punto di vista materno, la spirale contribuisce ovviamente ad amplificare il fenomeno depressivo. Ma sul lato infantile, i segni compaiono presto in forma somatica: disturbi del sonno, disturbi digestivi, …

È spesso durante le prime consultazioni postnatali che i medici riescono a rilevare il disagio della madre. Per evidenziarlo, hanno diversi questionari per valutare il livello di depressione.

Le origini della depressione postpartum

La depressione post-natale ha diverse origini. Il più delle volte, il parto e il ritorno a casa non sono sufficienti per spiegare l’intero episodio depressivo.

Le madri colpite sono state più spesso di altre sottoposte a precedenti eventi stressanti o angoscianti. In altre parole, il parto  avrebbe solo un ruolo “facilitante” ma non potrebbe costituire l’unico fattore scatenante del postpartum.

Altri eventi patogeni che si sono verificati in precedenza come divorzio, morte, conflitti familiari … compromettono significativamente la capacità di reagire positivamente a un ulteriore evento stressante: la nascita di un bambino.

Qui la fonte originale : https://www.psychologue.net/articles/la-depression-post-partum

Please follow and like us:
emozioni

Che cos’é la scrittura terapeutica

scrittura terapeutica-stress post traumatico- ansia-depressione

Un modo per liberare le nostre emozioni, gestirle e comprenderle è attraverso la scrittura. Essa ci consente di focalizzare i nostri pensieri, eliminarli e ordinarli in modo ottimale. Mentre per molte persone è di routine e noioso, la scrittura può diventare per molte persone la migliore terapia psicologica.

Ci sono molti psicologi che usano la scrittura terapeutica come attività intersessionale. Questo strumento ci consente di Continue reading “Che cos’é la scrittura terapeutica”

Please follow and like us:
benessere

Cosa distingue la tristezza dalla depressione?

tristezza-depressione-emozioni

I concetti psicologici vengono distorti quando iniziamo ad usarli nella sfera sociale, perdendo dettagli o confondendoci. Due dei concetti più popolarmente confusi sono la tristezza e la depressione. Ciò è dovuto anche al tabù che a volte abbiamo riguardo le nostre emozioni. Mentre la depressione sembra tecnica e destinata a pochi, la tristezza è più comune ma indica fragilità.

Come possiamo differenziare la tristezza dalla depressione? Continue reading “Cosa distingue la tristezza dalla depressione?”

Please follow and like us:
benessere

In che modo la musica influisce su ciò che mangi?

Ciò che ascolti può determinare ciò che mangi.

Scherziamo quando affermiamo che i nostri occhi sono più grandi del nostro stomaco. Sembrerebbero esserlo anche le nostre orecchie. La ricerca suggerisce che potremmo ordinare più “junk food” in base alla musica che ascoltiamo.

Atmosfera audio

Una serie di studi di Dipayan Biswas et al. (2019) hanno scoperto che le scelte dei pasti potrebbero essere legate al tipo di musica che si sta ascoltando. Hanno iniziato rilevando la crescente importanza delle “atmosfere del retail” nel creare un’esperienza piacevole del cliente in termini di elementi atmosferici come il rumore di fondo e musica ambientale. Continue reading “In che modo la musica influisce su ciò che mangi?”

Please follow and like us:
benessere

L’esercizio fisico può ridurre e prevenire la depressione

 

Quindici minuti di esercizio fisico al giorno possono aiutare a ridurre la depressione.

L’esercizio fisico è uno dei modi più affidabili per migliorare l’umore, e questo è dimostrato dalla ricerca scientifica.

Una maggiore attività fisica sembra essere associata a un miglioramento dell’umore, dell’energia e del sonno.

L’attività e l’esercizio fisico possono anche prevenire la depressione. Un’ora di attività moderata o di 15 minuti di attività fisica intensa, svolta quotidianamente, sarebbero in grado di ridurre il rischio di depressione del 25%. Continue reading “L’esercizio fisico può ridurre e prevenire la depressione”

Please follow and like us:
benessere

Dieci cibi per migliorare l’umore

Il regolare consumo di determinati alimenti aiuta a  mantenere un umore positivo e una mente sana.

Il cibo è importante, non solo per la nostra salute fisica ma anche per la nostra mente. Può essere un’ottima fonte di vitamine, sostanze nutritive e antiossidanti.  Ciò che mangiamo ogni giorno può migliorare il nostro umore e favorire il miglioramento dell’ansia e della depressione.

La nostra dieta occidentale è ricca di calorie, povera di nutrienti e altamente trasformata, con un conseguente aumento di calorie senza una vera nutrizione. Questo tipo di cibo può portare a maggiore ansia e depressione. Gli alimenti ricchi di zuccheri, di grassi e sodio sono molto appetibili e particolarmente confortanti. In effetti, i cosiddetti “cibi di conforto” ti rendono più felice nell’immediato, ma creano una sorta di “dipendenza”. Continue reading “Dieci cibi per migliorare l’umore”

Please follow and like us: