Dott.ssa Marina Arrivas

Psicologa per italiani all’estero

Cosa distingue la tristezza dalla depressione?

da | Gen 27, 2020 | benessere e salute

tristezza-depressione-emozioni

I concetti psicologici vengono distorti quando iniziamo ad usarli nella sfera sociale, perdendo dettagli o confondendoci. Due dei concetti più popolarmente confusi sono la tristezza e la depressione. Ciò è dovuto anche al tabù che a volte abbiamo riguardo le nostre emozioni. Mentre la depressione sembra tecnica e destinata a pochi, la tristezza è più comune ma indica fragilità.

Come possiamo differenziare la tristezza dalla depressione?

1. La durata

La durata è uno dei fattori che determina se si tratta di tristezza o depressione. Mentre la tristezza è un’emozione, quindi, la sua durata è breve e oscillante, la depressione è permanente e si mantiene nel tempo. In effetti, per diagnosticare la depressione, deve persistere per almeno due settimane. Anche se questo criterio non è l’unico per individuare questa malattia.

2. L’abulia

L’abulia è caratterizzata dalla difficoltà ad agire. Ciò è dovuto alla mancanza di motivazione. Riduce il tempo libero, la vita sociale e la produttività del lavoro. Ma nel caso della tristezza, sebbene sia presente l’abulia, non è così marcata da impedirci di continuare con le nostre vite.

Nel caso della depressione, l’abulia crea uno scoraggiamento che interrompe tutte le attività quotidiane. Oltre a stanchezza e affaticamento, la persona non è in grado di uscire dal letto o uscire di casa.

3. Disturbo psicologico

È una delle differenze di base: solo la depressione è un disturbo psicologico. In effetti, la depressione è caratterizzata da un umore triste. Pertanto, la tristezza è solo uno degli aspetti della depressione.

4. Necessità di terapia

Se consideriamo che la tristezza può essere uno stato momentaneo, che se è cronica può finire in depressione, è solo in questo stato finale che dobbiamo andare in terapia.

In molte occasioni, questa tristezza può essere superata con il supporto della famiglia e delle persone care, con un ritorno alla routine e con il tempo necessario per esprimere le nostre emozioni.

5. Isolamento

La tristezza è caratterizzata dalla necessità di espressione. La persona cerca di aprirsi, dire cosa le accade e la ragione di ciò. Tuttavia, al suo livello più alto, che è la depressione, con l’apatia compare l’isolamento che impedisce anche l’espressione delle emozioni. La persona rifiuta tutti i contatti sociali.

6. Difficoltà a stare al passo con la vita

A livello mentale, la tristezza non influisce in modo significativo. Le capacità cognitive sono mantenute. In effetti, con distrazioni come il lavoro, può essere mascherata, anche se emerge a casa. Ma non influisce sul ritmo della vita.

La depressione annulla le funzioni mentali. Non è compatibile con un lavoro, dove è richiesta concentrazione, ma anche con la vita sociale, in cui la persona non è in grado di tenere il passo con le conversazioni.

7. Triade di depressione

La tristezza influenza il focus su cui si focalizza la persona. Normalmente solo su ciò che ha causato quella tristezza. Nel caso ad esempio di una delusione d’amore, la persona vedrà negativamente tutto ciò che riguarda l’amore.

Nel suo grado superiore appare quella che viene chiamata Triade della depressione, una visione negativa di sé stessi, del futuro e del mondo. Va oltre la tristezza e l’attenzione negativa si estende a questi tre fattori, che annebbiano tutto e creano una diffusa disperazione.

Se pensi di stare attraversando un periodo di tristezza o di depressione che non riesci a superare, dovresti prendere in considerazione la ricerca di un aiuto specializzato. Inoltre, se ritieni che qualcuno nel tuo ambiente stia attraversando un brutto momento, dovresti suggerirgli di rivolgersi ad un professionista. Un aiuto specializzato può fornire gli strumenti necessari per uscire da quella situazione.

Qui la fonte originale  https://angelrull.com/diferencias-entre-tristeza-depresion/

Archivi

Ottobre: 2020
LMMGVSD
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tornare in Italia dopo aver vissuto all’estero: lo shock culturale inverso.

Tornare in Italia dopo aver vissuto all'estero può comportare  una fase di ri-adattamento alla cultura d'origine. Forse quando ti sei trasferito non avresti mai pensato di rientrare in Italia. Ma all'estero non sei più felice, anche se non riesci a comprendere cos'é...

Adattarsi alla vita all’estero: superare lo stress dell’expat

Non é sempre facile adattarsi alla vita all'estero: bisogna imparare ad affrontare e superare lo stress conseguente all'espatrio in un nuovo paese. Lo stress è una normale reazione di adattamento del nostro organismo di fronte a un cambiamento. Secondo la definizione...

Perchè le persone temono l’intimità?

Essere scelti da qualcuno a cui teniamo veramente e provare sentimenti amorevoli può spesso suscitare profonde paure di intimità e rendere difficile mantenere una relazione significativa. Che cos'è la paura dell'intimità? La paura dell'intimità è una paura spesso...

Andare a vivere all’estero: lo shock culturale, che cos’é e come superarlo

Shock culturale é il termine che l’antropologo canadese Kalervo Oberg diede al malessere che può sopraggiungere in  coloro che, per varie ragioni, decidono di andare a vivere all’estero. Secondo questo studioso lo stato di shock culturale sopraggiunge quando si vien...

Come superare un colloquio di lavoro all’estero

Per superare un colloquio di lavoro all'estero sono certamente importanti il CV, la competenza e l'esperienza specifica. Tuttavia effettuare un colloquio di lavoro in una lingua straniera non è come effettuarlo nella lingua madre. Questo comporterà quasi sicuramente...

Come trovare amici all’estero

Hai deciso di trasferirti oppure ti sei trasferito da poco tempo e ti chiedi se riuscirai a trovare amici all’estero? Decidere di partire per un nuovo paese non è facile per molte ragioni e una di queste è proprio il doversi separare da tutti gli amici che conosciamo...

Come migliorare il tuo benessere

La tua salute mentale si riferisce anche al tuo benessere psicologico. Avere un sano benessere psicologico significa che sei in grado di gestire meglio le tue emozioni e il tuo umore. Ogni giorno presenta le sue sfide uniche e uno stato mentale sano può aiutarti ad...

Veri amici: come farseli facilmente e rafforzare quelli che hai

Diamo i veri amici per scontati. L'amicizia è una buona cosa. Non è certo una notizia da prima pagina, ma in qualche modo tutti dimentichiamo quanto sia importante. Quando creiamo la nostra famiglia trascuriamo gli amici. Non ci impegniamo a fare nuove amicizie...

Autocompassione, che cos’é e come migliorarla

Le persone che ottengono punteggi più alti nell'autocompassione tendono a sperimentare meno ansia e depressione, maggiore motivazione, più ottimismo, maggiore felicità e maggiore soddisfazione nella vita. Immagina che un tuo buon amico sia seduto di fronte a te. È sul...

Insicurezza, come superarla

L'insicurezza modella in modo schiacciante la nostra immagine e influenza il nostro comportamento. Siamo chiamati una generazione narcisistica. Ci viene detto che la tecnologia e i social media ci stanno dando un senso gonfiato di noi stessi. Ma la maggior parte delle...

Come posso aiutarti?